E’ una cala ben ridossata dai venti meridionali. Un piccolo scalo consente l’alaggio di gommoni. L’angolo più interno del ridosso è un piccolo porticciolo naturale. Nel paese, vi sono bar, ristoranti, tabaccaio e qualche negozio tra cui un rivenditore di accessori nautici.
Pericoli: mareggiate con venti da maestrale.
Orario di accesso: continuo.
Fondo marino: sabbia
Fondali: da 1,5 a 3,2 m
Radio: Vhf canale 16
Divieti: di circolazione entro 200 m dalla costa per unità a motore; l’atterraggio deve avvenire all’interno dei corridoi di lancio.
Traversia: venti settentrionali.
Ridosso: venti da Sud.
Rade sicure più vicine: Giglio Porto, Cannelle.

AREA MARINA PROTETTA ISOLA DEL GIGLIO

L’Isola del Giglio ricade nell’ambito del Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano. Il sindaco e il Presidente del Parco hanno iniziato l’iter burocratico per istituirvi un’area marina protetta. Al momento di andare in stampa è in corso l’istruttoria presso la Segreteria tecnica del
ministero dell’Ambiente che potrebbe terminare prima dell’estate.

Prima di intraprendere la navigazione nelle acque del Giglio è necessario assumere informazioni dall’Ufficio Locale Marittimo o l’Ufficio Circondariale marittimo di Porto S. Stefano (Monte Argentario).

Servizi in Porto

Meteo

[iframe width="100%" height="480" src="https://meteo.uniparthenope.it/box/table.php?type=today&place=IIM7018&width=900px&height=550px"]

Moto Ondoso

[iframe width="900px" height="700px" scrolling="no" src="https://meteo.uniparthenope.it/box/anim.php?place=med008&prod=ww33&output=wav&width=900px&height=550px"]
By | 2017-11-06T16:18:46+00:00 luglio 13th, 2017|Categories: Porti della Toscana|Tags: |0 Comments