0%
Attendi qualche secondo per il caricamento di tutti i porti

Porti della Slovenia

/Porti della Slovenia
Porti della Slovenia 2018-02-04T18:27:55+00:00

Porti della Slovenia

Tavola 91 Da Punta Sottile a Capo Salvore (Rt Savudrija) con la Baia di Capodistria (Koperski Zaliv) e la Baia di Pirano (Piranski Zaliv)

La costa slovena è un’area densamente popolata che si estende dal confine di stato che passa per l’insenatura di “Uvala Sv. Jernej” (a circa 3 km dal nuovo edificio del Lazzaretto) alla foce del fiume Dragonja che sbocca nella Baia di Pirano (Piranski Zaliv). I fondali di questa costa sono bassi e presentano numerose secche, alcune delle quali pericolose per la navigazione. A Punta Sottile si notano due dromi dipinti a fasce bianche e nere, utilizzati da traguardo per una base misurata.

Punta Grossa (Rt Debeli) è contornata da bassi fondali che si estendono per oltre 400 m dalla stessa ed è segnalata dalla meda luminosa cardinale Ovest n.4490 (E 2607) su torretta quadrangolare dipinta di giallo con fascia centrale nera: evitare di passare tra quest’ultima e la costa. Le zone costiere settentrionali e meridionali della Baia di Capodistria sono collinose e digradano dolcemente verso il mare; il fiume Rizana sfocia a mare in questa zona. La costa orientale è pianeggiante e contornata da saline in mezzo alle quali si erge il Monte Sermino (m 84).

L’insenatura di Strugnano (U. Strunjan) si trova a circa 1,5 miglia ad est di Capo Madonna (Rt Madona). Nell’avvicinarsi, buoni punti di riferimento sono offerti dagli edifici (casa di riposo) in testa all’insenatura. Offre buon riparo alle imbarcazioni di piccole dimensioni quando soffiano venti da Sud ed è parzialmente protetto quando soffia la bora; il fondo è fangoso buon tenitore. In testa all’insenatura, si trova sottacqua una costruzione metallica pericolosa anche per imbarcazioni di piccole dimensioni e yacht; porre attenzione ad un banco di ostriche all’imbocco dell’insenatura. Capo Madonna (Rt Madona) è evidenziato dal faro n.4501 (E 2624) posto su una garitta/edificio: è vietato ancorarsi davanti al porto di Pirano (Piran), tra Capo Madonna ed il fanale portuale in testa al frangiflutti fino a 300 metri dalla riva. La Baia di Pirano (Piranski Zaliv) si sviluppa tra Capo Madonna e Capo Salvore (Rt Savudrija); la costa settentrionale della baia è tanto densamente popolata che le città di Pirano (Piran) e Portorose (Portoroz), con i complessi alberghieri ed i porticcioli di quest’ultima e di Bernardino (Bernardin), sembrano un’unica grande città. Le colline di olivi e cipressi scendono verso il mare con forti pendenze. Lungo l’intero litorale della baia i fondali sono bassi. Capo Salvore (Rt Savudrija) è orlato da alcune secche pericolose per la navigazione ed evidenziato dal faro n.4510 (E 2642) che si trova sulla punta meridionale del promontorio ed è costituito da una torre bianca con cupola grigia.